HomePERSONEmentorsFrank Stella

Frank Stella

Frank Dante Stella (1919 – 2010) imprenditore, filantropo, Consigliere personale per l’Economia di cinque presidenti degli Stati Uniti ed eminente rappresentante degli italoamericani. Chairman della National Italian American Foundation (NIAF) e membro del Comitato d’Onore dell’Associazione Internazionale Magna Grecia presieduta da Nino Foti. 

Generoso promotore di numerosi progetti culturali, tra i quali il restauro del teatro dell’opera di Detroit, Frank Stella si è distinto per l’impegno profondo e instancabile a favore della comunità italiana d’America. Egli contribuì in particolare alla diffusione della lingua e della cultura italiana e fu fondatore e presidente per lunghi anni della NIAF, la potente associazione, fondata nel 1975, che rappresenta oltre venti milioni di italoamericani che vivono negli Stati Uniti d’America.

Nacque a Jessup (Pennsylvania) nel 1919 da genitori nativi di Boschetto, una piccola frazione umbra di Gualdo Tadino, che emigrarono negli Stati Uniti nei primi del Novecento. 

Frequentò il College of Commerce and Finance presso l’Università di Detroit. Dopo la laurea nel 1941, fu arruolato e partecipò al secondo conflitto mondiale entrando a far parte del programma alimentare dell’esercito. Finita la guerra, sulla scorta dell’esperienza maturata nelle Forze Armate americane, nel 1946 fondò a Detroit la “F.D. Stella Products Company”, impresa produttrice di attrezzature per la grande ristorazione che divenne presto una delle aziende leader che ancora oggi progetta e distribuisce all’interno dell’industria dei servizi alimentari negli USA.

Sebbene la sua attività sia iniziata vendendo fabbricatori di ghiaccio, è presto diventata un innovatore del settore, fornendo progettazione e ingegneria di attrezzature porta a porta per mercati, ristoranti e bar. Mentre l’America cresceva, alimentando la domanda di nuovi posti dove cenare e bere, cresceva anche la “F.D. Stella Products Company”, fornendo a queste aziende inesperte tavoli, sedie, moquette e pacchetti interni completi. 

Al successo imprenditoriale si affiancò quello nella società civile americana. Frank Stella fece parte di numerosi consigli di amministrazione di banche, ospedali, associazioni civiche e industriali, conseguendo premi e onorificenze. Il suo impegno infaticabile lo portò ad agire anche sul fronte umanitario rendendolo artefice e protagonista di una infinita serie di iniziative tese al bene comune. 

Consigliere personale per l’Economia di cinque presidenti degli Stati Uniti e presidente della Camera di Commercio di Detroit, nel 1978 entrò a far parte della NIAF di cui fu eletto presidente nel 1990, restando in carica fino al 1999 e come presidente emerito fino ai suoi ultimi giorni, portando nell’organizzazione il suo acume per gli affari finemente affinato, anni di esperienza nel servizio pubblico e feroce dedizione alla sua eredità italoamericana.

In qualità di presidente, Stella si concentrò sul rafforzamento degli istituti e delle organizzazioni affiliate della NIAF, migliorando al contempo le relazioni della Fondazione con l’Italia. 

Alla domanda su quali aspetti del suo lavoro per la NIAF lo rendessero più orgoglioso, Stella rispose: 

“…orgoglioso di aver assistito alla crescita e alle solide fondamenta della NIAF e di condividere con la nostra comunità nazionale italo-americana la nostra sede, che simboleggia permanentemente la nostra presenza a Washington e nella nazione”.

Amico personale di grandi personaggi dell’economia e dello spettacolo, ricevette l’onorificenza di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana.

Molto amato a Detroit per la sua instancabile attività filantropica, Frank Stella rimase sempre particolarmente legato alla città umbra di Gualdo Tadino di cui era cittadino onorario dal 1986, cui numerose volte rese visita, specialmente durante i Giochi de le Porte. In seguito al terremoto del 1997 promosse negli Stati Uniti una raccolta fondi in favore delle popolazioni dell’Umbria colpite dal sisma. 

Il cuore del fondatore della NIAF, si fermò all’età di 91 anni, dopo aver trascorso 21 anni ai vertici della fondazione.

Frank Dante Stella (1919 – 2010) is an entrepreneur, philanthropist, advisor to five U.S. presidents and eminent representative of Italo-Americans. Chairman of the National Italian American Foundation and member of the Honorary Committee of the International Association Magna Grecia chaired by Nino Foti.

A great promoter of numerous cultural projects, including the restoration of the Detroit Opera House, Frank Stella distinguished himself for his deep and untiring commitment to the Italian American community. In particular, he contributed to the Italian language and culture diffusion since when he chaired the NIAF, the powerful association founded in 1975, representing over twenty million Italo-Americans living in the United States of America.

Born in Jessup (Pennsylvania), Stella’s parents were Italian natives of Boschetto, a small Umbrian hamlet of Gualdo Tadino, and emigrated to the United States in the early twentieth century.

He then attended the College of Commerce and Finance at the University of Detroit. After graduating in 1941, he was drafted and participated in World War II by joining the Army’s food program. Once the war was over, based on his experience in the U.S. Armed Forces, in 1946, he founded in Detroit the “F.D. Stella Products Company”: a restaurant supply company that soon became one of the leading companies that still designs and distributes within the U.S. foodservice industry.

Although his business began by selling ice makers, it quickly became an industry innovator, providing design and engineering of door-to-door equipment for markets, restaurants, and bars. As America grew, fuelling the demand for new places to dine and drink, so did the “F.D. Stella Products Company,” providing these inexperienced businesses with tables, chairs, carpeting, and complete interior packages.

Along with Stella’s entrepreneurial success was also his accomplishment in American society. He was part of numerous boards of directors of banks, hospitals, civic and industrial associations, earning awards and honours. His untiring commitment brought him to act also on the humanitarian front, thus becoming the creator and protagonist of an endless series of initiatives for the common good. 

He was the personal economic advisor to five U.S. presidents and president of the Detroit Chamber of Commerce. In 1978 he joined NIAF and was elected chairman in 1990, serving until 1999 and as president emeritus until his last days, bringing to the organization his finely honed business acumen, years of experience in public service, and fierce dedication to his Italo-American heritage.

As president, Stella focused on strengthening NIAF’s affiliated institutes and organizations while enhancing the Foundation’s relationship with Italy.

When asked what aspects of his work for NIAF made him most proud, Stella replied:

“… I am proud to have witnessed the growth and solid foundation of NIAF and to share our headquarters with our Italo-American national community, which permanently symbolizes our presence in Washington and across the nation.”

Friend of great personalities of the economy and show business, he received the honour of Grand Officer of the Italian Republic.

He was much loved in Detroit for his untiring philanthropic activity and was always particularly attached to the Umbrian town of Gualdo Tadino, of which he had been an honorary citizen since 1986. He visited the town many times, especially during the historical re-enactment of Giochi de le Porte. Following the 1997 earthquake, he promoted a fundraising campaign in the United States to favor Umbria’s earthquake victims.

NIAF’s founder’s heart stopped at 91 years old after having spent 21 years leading the foundation.

le persone

noi siamo le persone con cui abbiamo fatto e continuiamo a fare un percorso "con le radici ben piantate nel futuro"

PAST BOARD

MENTORS

PRIZE