Tony Renis

Tony Renis (1938), nome d’arte di Elio Cesari, è un cantante, compositore, produttore discografico e attore italiano. Premio Internazionale Magna Grecia in occasione della Settimana della Magna Grecia organizzata a Buenos Aires nel 2007, dall’omonima Associazione Internazionale presieduta da Nino Foti.

Nato a Milano, fin da piccolo mostra una grande passione per la musica, esibendosi ancora fanciullo sul palcoscenico del teatro parrocchiale di San Lorenzo alle Colonne di Milano. 

L’inizio vero e proprio della sua attività musicale, sarà però solo intorno agli anni ’50, dapprima nei locali notturni ed in seguito nei teatri di avanspettacolo del capoluogo lombardo, dove si esibisce con il suo grande amico Adriano Celentano, nell’imitazione rispettivamente di Dean Martin e Jerry Lewis.  Durante questi anni trascorre le stagioni estive all’isola d’Elba, esibendosi in imitazioni degli idoli dell’epoca come Elvis Presley, e suonando abitualmente all’Hotel Del Golfo di Procchio.

Nel 1958, firma il suo primo contratto con la casa discografica “Combo Record”, di proprietà di Gorni Kramer, pubblicando i suoi primi 45 giri, con cover di successi italiani e americani che hanno segnato il suo successo ed essendo ancora oggi dei “must”. L’anno seguente passa ad un’altra casa discografica la “Voce del Padrone”, con la quale esordisce come cantautore, vincendo la “Sei giorni della canzone” (manifestazione musicale del tempo che si svolgeva a Milano) con l’interpretazione Tenerezza, brano che verrà poi ripreso anche da Gianni Morandi. 

L’anno 1961 segna invece il suo esordio a Sanremo, presentandosi con un testo scritto da suo padre, pur non garantendogli la finale. Tuttavia, nell’anno successivo Renis si ripresenta al Festival con Quando quando quando, canzone nata dalla collaborazione con l’autore Alberto Testa, che pur non facendogli vincere il Festival, arriva prima in classifica per dieci settimane in Italia, facendo il giro del mondo e venendo reincisa in centinaia di versioni, da interpreti di varie nazionalità. L’enorme successo commerciale e artistico di Quando quando quando risarcisce ampiamente Tony Renis dalla sconfitta di Sanremo, da cui avrà comunque modo di rifarsi vincendo, nel 1963, la gara televisiva di Canzonissima con Quando quando quando e il Festival, con il brano Uno per tutte.

Nonostante i successi, il desiderio di Tony Renis è quello di proporre a Mina, sua amica dai tempi degli esordi, un brano che da tempo custodisce nel cassetto, ma che è sicuro di poter trasformare in un successo internazionale se interpretato dalla voce giusta: il brano è Grande grande grande, e Mina ne farà uno dei più grandi successi della sua carriera.

All’inizio degli anni ’70, Tony Renis si trasferisce in America e conosce altri celebri artisti come l’arrangiatore, produttore e direttore d’orchestra Quincy Jones, nonché i famosissimi Stevie Wonder e Frank Sinatra. 

Visto il successo riscontrato a livello mondiale con Quando quando quando, nel 1978 la Warner Bros gli propone la reincisione con un nuovo arrangiamento della stessa. Nel frattempo, durante la sua permanenza negli U.S.A. si esibisce a Las Vegas come cantante, aprendosi la strada per la produzione discografica. Inizia così a scrivere colonne sonore, divenendo uno degli italiani più famosi negli Stati Uniti, conosciuto come “Mister Quando quando quando”. 

Negli anni che vanno dal ‘90 al 2000, Renis riceve una serie di riconoscimenti e premi tra cui il Golden Globe e la candidatura all’Oscar con la canzone The Prayer, cantata da Célin Dion in duetto con Andrea Bocelli (1999). A seguire, il Premio Speciale alla Carriera (Sanremo 2000) e nel 2002, la nomina di Ambasciatore della Canzone Italiana nel mondo, da cui sono poi derivati il titolo di Accademico della Musica Italiana dall’Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali, e quello di Accademico Tiberino, dall’Accademia Pontificia Tiberina. 

Nel 2004 la Rai lo nomina direttore artistico della 54º edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Tony Renis torna alla composizione e realizza il tema della pellicola Christmas in Love, componendo la canzone Merry Christmas in Love, premiata nel 2005 con il David di Donatello, la Grolla d’oro, il premio Saint-Vincent per il cinema e il Globo d’oro, premio cinematografico della stampa estera in Italia. Nel 2005 riceve il Premio alla carriera Federico Fellini al Festival del Cinema di Roma, e torna negli Stati Uniti dove l’Hollywood Foreign Press Association (HFPA) gli riconosce una candidatura al Golden Globe nella categoria miglior canzone originale, per il brano Merry Christmas in Love.

Nel 2006 realizza un progetto che inseguiva da molti anni, intitolato Amore, realizzato e coprodotto con David Foster e Humberto Gatica e interpretato da Andrea Bocelli. Amore diventa in breve tempo un grande successo internazionale in cui spiccano le partecipazioni di Stevie Wonder e Christina Aguilera. L’ormai costante presenza a fianco di Andrea Bocelli prosegue e, nel 2007 sempre con David Foster e Humberto Gatica, produce 5 brani del cd The Best of Vivere

Nel 2016 gli è stato attribuito il Premio America della Fondazione Italia USA, alla Camera dei Deputati. 

Tony Renis (1938), Elio Cesari’s stage name, is an Italian singer, composer, record producer, and actor. International Magna Grecia Award in Buenos Aires 2007, honoured by the Magna Grecia Foundation chaired by Hon. Nino Foti.

He was born in Milan, and since an early age, he showed a great passion for music: as a child, he performed on the stage of the parish theatre of San Lorenzo alle Colonne in Milan. 

However, around the ’50s, his actual musical activity began he first performed in nightclubs and later in Milan’s theatres with his great friend, the famous Italian singer-songwriter, musician, actor and filmmaker Adriano Celentano, impersonating Dean Martin and Jerry Lewis respectively. During these years, he spent his summer on the Island of Elba, in Tuscany, mimicking the idols of the time, such as Elvis Presley, and playing regularly at the Hotel Del Golfo in Procchio, a well-known beach resort located in the centre of the Elba Island. 

In 1958, Renis signed his first contract with the record label “Combo Record”, owned by Gorni Kramer, releasing his first 45 rpm records, with covers of Italian and American hits that have marked his success and are still a must-have today. The following year he signed to the record label “Voce del Padrone”, with which he debuted as a songwriter, winning the Sei giorni della canzone (Six days of songs), a musical event that took place in Milan at the time giving the rendition of Tenerezza (Tenderness). The Italian pop singer Gianni Morandi later revived this song.

The year 1961 marked Renis’ debut at Sanremo Festival, the most popular Italian song contest and awards ceremony, held annually in the city of Sanremo, Liguria, where Renis performed a song written by his father. Unfortunately, he didn’t make it to the final. However, the following year, he competed again at the same Festival by singing Quando quando quando, co-authored with Alberto Testa. Despite not winning the Festival, the song topped Italian charts for ten weeks, toured the world, and was re-recorded in hundreds of versions by performers of several nationalities. The enormous commercial and artistic success of Quando Quando Quando made up for Tony Renis’ defeat at Sanremo.  In fact, in 1963, he won the variety show Canzonissima by performing it and, subsequently, won the Sanremo Music Festival with Uno per tutte.

Despite his successes, Tony Renis’ greatest wish was to propose to his friend and Italian singer Mina a song that he had been keeping in his drawer for a long time. He was sure that it could have turned into an international success if interpreted by the right voice: the song was Grande grande grande, and Mina indeed made it one of the greatest successes of her career. 

At the beginning of the 70’s, Tony Renis moved to America and met other famous artists: the arranger, producer, and conductor Quincy Jones and no less a person than the well-known Stevie Wonder and Frank Sinatra.

In 1978 Warner Bros. proposed a re-recording of the same song with a new arrangement of Quando Quando Quando given its global success. In the meantime, during his stay in the U.S.A. Renis performed in Las Vegas as a singer, paving the way for record production. Thus, he began writing soundtracks, becoming one of the most famous Italians in the United States, known as “Mister Quando Quando”.

In the years between 1990 and 2000, he received a series of recognitions and awards, including the Golden Globe and an Oscar nomination for the song The Prayer, a duet by Célin Dione and Andrea Bocelli. (1999). Subsequently, he was honoured the Special Award for Lifetime Achievement (Sanremo 2000) and in 2002, the appointment of Ambassador of the Italian Song in the world, which resulted in his title of Academic of Italian Music by the European Academy for Economic and Cultural Relations, and that of Academic Tiberino by the Accademia Pontificia Tiberina. 

In 2004 the RAI, the Italian state-owned public service broadcaster, appointed him artistic director of the 54th edition of the Sanremo Music Festival.

Tony Renis composed the theme for the movie Christmas in Love, including the song Merry Christmas in Love, which was awarded in 2005 with the David di Donatello, the Grolla d’oro, the Saint-Vincent award for cinema and the Globo d’oro, the Foreign Press Film Award in Italy. In 2005 Renis was honoured with the Federico Fellini Lifetime Achievement Award at the Rome Film Festival. Upon returning to the United States, Hollywood Foreign Press Association (HFPA) awarded him a Golden Globe nomination in the Best Original Song category for the song Merry Christmas in Love.

In 2006 he finally carried out a project that he had been pursuing for many years, entitled Amore, co-produced with David Foster and Humberto Gatica and interpreted by Andrea Bocelli. Amore quickly achieved great international success with the participation of Stevie Wonder and Christina Aguilera. His solid collaboration with Andrea Bocelli continued, and, in 2007, he produced five tracks of the CD The Best of Vivere, once again with David Foster and Humberto Gatica. 

In 2016, Tony Renis was awarded the Italy U.S.A. Foundation’s America Award at the Italian Chamber of Deputies.

Nelle foto, Tony Renis (a sinistra) riceve il Premio Internazionale Magna Grecia dal Presidente dell’Associazione Internazionale Magna Grecia Nino Foti (a destra). Buenos Aires, 2007.

In the photos, Tony Renis (left) receives the Magna Grecia International Award from the President of the International Association Magna Grecia Nino Foti (right). Buenos Aires, 2007.



le persone

noi siamo le persone con cui abbiamo fatto e continuiamo a fare un percorso "con le radici ben piantate nel futuro"

PAST BOARD

MENTORS

PRIZE