HomePERSONEprizeMauricio Macri

Mauricio Macri

Mauricio Macri (1959) è un ingegnere, politico e dirigente sportivo argentino, già Presidente dell’Argentina dal 2015 al 2019.

Nato a Tandil, nella provincia di Buenos Aires, Macri ha origini italiane da parte di padre, il quale proveniva da una ricca famiglia di latifondisti provenienti da San Giorgio Morgeto, a pochi chilometri da Polistena, in Calabria. 

Laureatosi in Ingegneria civile presso l’Università Cattolica Argentina, si è in seguito interessato al neoliberismo unendosi all’ormai defunta Unione del Centro Democratico e ad un think tank guidato dal Ministro Alvaro Alsogaray. La sua formazione universitaria non si esaurisce all’Università Cattolica Argentina, bensì prosegue alla Columbia Business School di New York, quindi alla Wharton School dell’Università della Pennsylvania ed al Centro de Estudios Macroeconómicos de Argentina (CEMA) di Buenos Aires.

Nel 1950, il padre costruttore aveva fondato la sua piccola impresa specializzata in subappalti, da cui è derivato poi il gruppo Socma (Sociedad Macri), figura di riferimento per tutto il campo dell’edilizia Argentina e in tale occasione Mauricio Macri si inserisce nell’attività di famiglia. Tuttavia, durante il suo percorso all’interno delle industrie del padre, cominciano a manifestarsi le prime divergenze di vedute, influenzate dall’esperienza universitaria. Macri vorrebbe infatti orientare l’impresa verso un approccio più liberista, mentre il padre rimane ancorato nell’ottica dei contratti statali che fecero la fortuna della famiglia fino alla caduta del regime della giunta militare. Dopo anni passati a ricoprire ruoli dirigenziali più o meno importanti, la rottura definitiva col padre avviene nel 1993, durante le trattative per il rinnovo della partnership con la FIAT. Nell’anno successivo è stata mossa l’accusa alla Socma (Sociedad Macrì) per contrabbando di parti meccaniche in Uruguay e seppur cadute le accuse, questo aspetto ha segnato il definitivo distacco di Mauricio Macri dalla famiglia. 

Negli anni ’90, Macri fu vittima di un cruento episodio di rapimento da parte di alcuni poliziotti corrotti, episodio questo che lo spinse ad intraprendere una carriera politica. Nel 2007, venne eletto sindaco di Buenos Aires con la coalizione Proposta Repubblicana, da lui guidata. 

La formazione politica di Macri è apertamente in contrasto con l’allora Presidente Nestor Kirchner, che in passato non ha mancato di esprimere giudizi molto critici sull’operato della famiglia Macri. Ciononostante, considerato il successo nell’attività svolta da sindaco, Macri viene riconfermato nel 2011 come sindaco di Buenos Aires, vittoria quest’ultima che lo aiuterà non poco nella corsa alle presidenziali del 2015, quando Macri infatti vince le lezioni divenendo quindi Presidente dell’Argentina e rimanendovi fino al 2019, ponendosi l’obiettivo di restaurare le regole del mercato economico e finanziario e di non aumentare le tasse.

Mauricio Macri (1959) is an Argentine engineer, politician, and sports executive, former President of Argentina from 2015 to 2019. 

Born in Tandil, in the province of Buenos Aires, Macri has Italian origins on his father’s side, who came from a wealthy family of landowners from San Giorgio Morgeto, a few kilometers from Polistena, in Calabria Region. 

A civil engineering graduate of Argentina’s Catholic University, he later became interested in neoliberalism by joining the now-defunct Union of the Democratic Centre and a think tank led by Minister Alvaro Alsogaray. Macri’s university education continued first at the Columbia Business School in New York, then at the Wharton School of the University of Pennsylvania and the Centro de Estudios Macroeconómicos de Argentina (CEMA) in Buenos Aires.

In 1950, his father, a builder, founded his own small company specializing in subcontracting. The Socma group (Sociedad Macri), a reference figure for the entire Argentine construction field, was later derived. On this occasion, Mauricio Macri joined the family business. However, during his experience within his father’s industries, the first divergences of views, influenced by his university studies, began to emerge. Indeed, Macri would have liked to orient the company towards a more liberal approach. At the same time, his father remained anchored in the perspective of the state contracts that made the family’s fortune until the fall of the regime of the military junta. After years spent in more or less critical managerial roles, the final break with his father occurred in 1993, during the negotiations to renew the partnership with FIAT. The following year, charges were brought against Socma (Sociedad Macri) for smuggling mechanical parts into Uruguay. Although the charges were dropped, this aspect marked Mauricio Macri’s absolute detachment from the family.

In the 1990s, Macri was the victim of a bloody kidnapping episode by some corrupt policemen, which pushed him to pursue a political career. In 2007, he was elected Mayor of Buenos Aires with the Republican Proposal coalition, led by him.

Macri’s political background is openly at odds with then-President Nestor Kirchner, who did not fail to express critical judgments about the Macri family’s work in the past. Nevertheless, given the success, Macri was reconfirmed in 2011 as Mayor of Buenos Aires. This victory will help him a lot in the presidential race of 2015, when Macri won the elections and became President of Argentina until 2019, to restore the rules of the economic and financial market and not to increase taxes.

Nella foto in alto, da sinistra, l’Ambasciatore Stefano Ronca, il premiato Sindaco di Buenos Aires Mauricio Macri e il Presidente dell’Associazione Internazionale Magna Grecia Nino Foti. Premio Internazionale Magna Grecia, Buenos Aires, 2007.
In the photo above, from left: the Ambassador Stefano Ronca, the awarded Mayor of Buenos Aires Mauricio Macri and the President of the International Association Magna Grecia Nino Foti. International Magna Grecia Prize. Buenos Aires, 2007.

le persone

noi siamo le persone con cui abbiamo fatto e continuiamo a fare un percorso "con le radici ben piantate nel futuro"

PAST BOARD

MENTORS

PRIZE