HomePERSONEmentorsAntonino Fava

Antonino Fava

Antonino Fava, detto Nuccio (1939), è un giornalista e politico italiano. È l’unico giornalista, insieme a Mario Orfeo, ad essere stato direttore sia del Tg1 sia del Tg3. Con gli amici Nino Foti e Gino Gullace ha presieduto, nel 1987, il Primo Simposio Internazionale della Associazione Internazionale Magna Grecia, tenutosi nella sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma.

Originario della Calabria, ma cresciuto nella Messina degli anni Cinquanta e Sessanta, si è laureato in Giurisprudenza con una tesi in Diritto Costituzionale sui partiti politici, nel 1966, all’Università di Messina, città dove ha trascorso l’infanzia e la giovinezza, formandosi culturalmente, e frequentando il liceo classico “F. Maurolico”. Il suo impegno politico ha avuto inizio all’Università, nelle file della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (FUCI), la più antica associazione studentesca italiana. 

Dal 1964 al 1967 fu presidente dell’Unuri, l’organismo rappresentativo degli studenti universitari italiani, col sostegno di un’ampia coalizione di forze democratiche ed antifasciste. 

Nuccio Fava vanta anche una significativa carriera sportiva nel basket giovanile, come giocatore della squadra del “Maurolico” tanto da essere convocato sia nella squadra giovanile nazionale che in quella universitaria. Tra le partite giocate, Italia-Spagna a La Spezia e Cecoslovacchia-Italia nella Praga ancora fresca della rivolta del 1968; grande protagonista dell’indimenticabile Coppa Lo Forte dell’agosto Messinese. Nella squadra del Cus Messina giocò insieme a Boris Giuliano, il futuro commissario di polizia martire della mafia. 

Giornalista professionista nell’agosto 1967, ha percorso tutti i gradi della carriera nelle redazioni televisive iniziando come redattore, chiamato da Sergio Zavoli. Fava vanta trentatré anni di carriera in RAI, ente dove è stato tra le punte del giornalismo televisivo, con i suoi programmi religiosi, le sue interviste a politici e alle grandi personalità della storia, i suoi viaggi nel mondo. La sua straordinaria carriera è legata al Tg1, di cui è stato vicedirettore e poi direttore dal 1987 al 1990 e nel 1996, per poi essere nominato direttore generale al Tg3-Tgr e della struttura Rai-Giubileo, che ha seguito il grande evento del 2000. Grande inviato e vaticanista, ha seguito i primi viaggi di Papa Giovanni Paolo II in Sudamerica, in Messico, e quello storico a Cuba, tenendo forte sempre il legame con la sua Messina.

Opinionista politico, attualmente scrive per il sito Globalist e collabora anche per la “Gazzetta del Sud”. 

La candidatura alle elezioni calabresi del 2000 costituisce il suo primo impegno politico-istituzionale: si candida alla presidenza della Regione, a capo di una coalizione di centro-sinistra ma viene sconfitto da Giuseppe Chiaravalloti, sostenuto dalla Casa delle Libertà.

Nel 2003 aderisce all’Udeur, per la quale si candida alle elezioni europee del 2004 nella circoscrizione nord-ovest, con risultati tuttavia non lusinghieri. Arriva poi alla direzione de “Il Campanile nuovo”, giornale di partito dell’Udeur, ma la collaborazione si interrompe nel 2005.

Dal 2007 è presidente della sezione italiana dell’Associazione Giornalisti Europei. 

L’8 settembre 2012 viene premiato per la sua attività e la sua passione civile nel corso del “Premio Ilaria Alpi”. Nel dicembre 2019 ha ricevuto il “Premio Antonello da Messina” per la sua attività giornalistica e culturale, promosso dall’associazione culturale “Antonello da Messina” a Roma nella chiesa di S. Marco Evangelista. 

Antonino Fava, known as Nuccio (1939), is an Italian journalist and politician. Together with Mario Orfeo, he is the only journalist who has been the director of both Tg1 and Tg3 newscasts. With his friends Nino Foti and Gino Gullace, he chaired the First International Symposium of the International Association Magna Grecia in 1987, held in the Protomoteca Hall in the Capitol of Rome.

He was born in Calabria but grew up in Messina (Sicily) during the fifties and sixties. He graduated in Law in 1966 with a thesis on Constitutional Law on political parties, at the University of Messina, his childhood and youth city and where he developed culturally and attended the classical high school “F. Maurolico”. His political commitment began in college, in the ranks of the Italian Catholic University Federation (FUCI), Italy’s oldest student association. 

He was president of Unuri, the representative body of Italian university students, from 1964 to 1967, supported by a broad coalition of democratic and anti-fascist forces.

Nuccio Fava also boasts a significant sports career in junior basketball, as a player in the “Maurolico” team, and was called up for both the national junior and university teams. He played in La Spezia the Italy-Spain game and the Czechoslovakia-Italy in Prague after the 1968 revolt; he was the great protagonist of the unforgettable Coppa Lo Forte played in August, in Messina. In the Cus Messina team, he was team-mate with Boris Giuliano, the future police commissioner martyred by the Mafia.

A professional journalist since August 1967, he has covered all the steps of his career in television newsrooms, beginning as a writer, called by Sergio Zavoli. Fava boasts a thirty-three-year career at RAI (Italian radio-telvision) where, with his religious programs, his interviews with politicians and history’s great personalities, his world tours, he has been among the cutting edge of television journalism. His extraordinary career is linked to Tg1, of which he was deputy director and then director from 1987 to 1990. In 1996, he was appointed general manager at Tg3-TgR (the regional newscast) and of the Rai-Giubileo structure, which attended the great event of 2000. A great correspondent and Vaticanist, he followed Pope John Paul II’s first trips to South America, Mexico, and the historic trip to Cuba, always keeping a strong bond with his hometown Messina.

He is a political columnist and currently writes for the website Globalist and collaborates with the “Gazzetta del Sud”.

His candidacy for the 2000 Calabrian elections was his first political-institutional commitment: he ran for the region’s presidency as head of a centre-left alliance. Still, he lost out to Giuseppe Chiaravalloti, supported by the centre-right political and electoral alliance Casa delle Libertà. 

In 2003 he joined the Udeur (Union of Democrats for Europe), for which he runs for at the European elections of 2004 in the north-west constituency, with unflattering results. He then became the director of “Il Campanile Nuovo”, Udeur’s party newspaper, but the collaboration was interrupted in 2005.

He is president of the Italian section of the European Journalists Association since 2007.

On September 8, 2012, he was awarded for his activity and civil passion at the Italian journalism award “Premio Ilaria Alpi”. In December 2019, he received the ” Premio Antonello da Messina” for his journalistic and cultural activity, promoted by the cultural association “Antonello da Messina”, in the church of S. Marco Evangelista of Rome. 

Nella foto in alto, Nuccio Fava, allora direttore del TG1 Rai, presenta il I° Simposio Internazionale, organizzato in Campidoglio a Roma, dall’Associazione Internazionale Magna Grecia, 1987.

In the photo above, Nuccio Fava, then director of TG1 Rai, presents the First International Symposium, organized in the Capitol of Rome, by the Associazione Internazionale Magna Grecia, 1987.

le persone

noi siamo le persone con cui abbiamo fatto e continuiamo a fare un percorso "con le radici ben piantate nel futuro"

PAST BOARD

MENTORS

PRIZE