Image

CYBREC - Cybercrime Research Center

www.cybrec.it

Cybrec è il laboratorio su cybercrime e cybersecurity realizzato e promosso dalla Fondazione Magna Grecia, nell’ambito delle sue attività di studio e ricerca, in partnership con personalità, istituzioni, esperti e aziende del settore.

Recependo i cambiamenti di scenario a livello geopolitico, alla luce dell’aumento degli attacchi informatici e delle crescenti attività di cybercrime, la FMG e i suoi partner intendono farsi promotori di una serie di attività utili per le istituzioni e le aziende italiane, in particolare del Mezzogiorno, tra le quali si evidenziano:

Il Cybrec è il laboratorio sulla cybersecurity promosso dalla Fondazione Magna Grecia, in partnership con personalità, istituzioni, esperti e aziende del settore.

Recependo i cambiamenti di scenario a livello geopolitico, alla luce dell’aumento degli attacchi informatici e delle crescenti attività di cybercrime, la FMG e i suoi partner intendono farsi promotori di una serie di attività utili per le istituzioni e le aziende italiane, in particolare del Mezzogiorno, con l’obiettivo di:

  1. aggregare esperti e risorse in un progetto di laboratorio condiviso,
  2. analizzare i contesti e i sistemi di cybersecurity adottati da istituzioni e imprese;
  3. studiare i trend dell’innovazione nel settore, evoluzioni e potenziali rischi e la risposta degli stakeholder
  4. contribuire alla diffusione della conoscenza diffusa e delle competenze;
  5. sviluppare progetti in house.
  6. formare professionisti, addetti ai lavori e Forze dell’Ordine in modo completo in uno scenario nuovo e complesso.

Aree di attività e iniziative realizzate 

Le attività di Cybrec sono suddivise in quattro aree strategiche che rappresentano le esigenze del mondo del cybercrime e della cybersecurity: raccogliere dati e analizzarli per realizzare studi e ricerche, promuovere progetti collegati alle ricerche, formare i professionisti del futuro, comunicare le iniziative e fare networking. 

  1. Studi e Ricerche 

Il Laboratorio ha realizzato, nel 2022, Il Rapporto “Le mafie nell’era digitale: rappresentazione e immaginario della criminalità organizzata, da wikipedia ai social media”, pubblicato con FrancoAngeli. 

Il Rapporto è stato presentato presso la Sala stampa estera e quella della Camera dei deputati, ed ha visto la partecipazione, tra gli altri, del direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Maurizio Vallone e del Procuratore della Repubblica, Nicola Gratteri.

Precedentemente il Rapporto era stato annunciato, nel 2021, in un convegno organizzato presso l’università LUISS, con la partecipazione dei vertici di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, di esperti della materia e giornalisti.

Nel 2023, le attività sono continuate con la raccolta dati utile alla realizzazione del secondo Rapporto, che si occuperà di analizzare alcuni aspetti del cybercrime e della cybersecurity, della loro evoluzione e degli aspetti più innovativi e di interesse per gli stakeholder del settore, comprendendo policy, legislazione, certificazioni e standard internazionali, rapporti con le istituzioni, attività criminali e scenari possibili e che verrà presentato nel 2024 e pubblicato con FrancoAngeli.

  1. Formazione

Con uno scenario in continua evoluzione e con un effettivo mismatch in termini di domanda/offerta relativamente alla necessità di figure altamente professionalizzate nel campo della cybersecurity il Laboratorio intende promuovere la realizzazione di un Master di alta formazione per favorire la crescita delle competenze degli operatori del settore.

  1. Progetti

La Fondazione Magna Grecia ha costituito un gruppo di lavoro di esperti in finanziamenti diretti e indiretti dell’Unione Europea e dei fondi del PNRR, con la quale intende supportare Cybrec sia nella realizzazione di progetti innovativi nel settore a favore di imprese ed enti locali, sia proporsi come soggetto per la costruzione di partenariati europei di progetto.

  1. Cybersecurity literacy

Fondazione Magna Grecia e Cybrec, realizzeranno incontri, convegni e seminari, per coinvolgere e sensibilizzare le istituzioni politiche, gli enti locali, le imprese e gli studenti sul tema fondamentale della cybersecurity e del cybercrime, disseminando dati e informazioni, nonché approfondendo le implicazioni sull’economia reale e sulla sicurezza sociale, in particolare su settori sensibili quali, ad esempio, finanza, beni culturali, sanità e rapporto con i social.

Struttura di Cybrec

Il Laboratorio Cybrec è una struttura aperta al contributo di esperti e studiosi del settore e alla partecipazione di imprese ed istituzioni.

Attualmente il comitato direttivo e così composto:

  • Nino Foti (Presidente)
  • Antonio Nicaso (Coordinatore laboratorio CybRec)
  • Marcello Ravveduto (Curatore del Rapporto Mafie/Social Media)
  • Walter Rauti (Curatore del Rapporto Cybercrime
  • Luca Piccinelli (Comitato tecnico-scientifico, delegato certificazioni e standard internazionali)
  • Roberto Cao Pinna (Comitato tecnico-scientifico, delegato cybersecurity)
  • Alessandro Di Legge (Coordinatore Cybrec e attività di relazioni esterne e comunicazione)

    Rassegna stampa

    Condividi questo Post