HomePERSONEmentorsAntonio Marzano

Antonio Marzano

Antonio Marzano (1935) è un economista, docente e politico italiano. Già Ministro delle Attività Produttive durante il Governo Berlusconi II. È stato Presidente della Commissione Bicamerale per la Riforma del Bilancio Statale e Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL) nella VIII consiliatura dal 2005 al 2010, confermato nella IX consiliatura fino al 2015. Dal 2009, Presidente AICESIS (Associazione Internazionale dei Consigli Economici e Sociali ed Istituzioni Similari) e dal 2011 è stato nominato presidente d’onore. È membro della Fondazione Italia USA. 

Dal 1999, ha contribuito alle numerose iniziative dell’Associazione Internazionale Magna Grecia, presieduta da Nino Foti, partecipando con la delegazione italiana alla Settimana della Magna Grecia svoltasi a Rio de Janeiro nell’ottobre 2000.

Professore ordinario di Politica Economica e Finanziaria e di Storia e Politica Monetaria, Marzano ha insegnato presso la facoltà di Scienze politiche dell’Università La Sapienza di Roma, la LUISS-Guido Carli e la Facoltà di Economia e Commercio dell’Abruzzo, di cui è stato primo Preside. Vanta un’ampia pubblicistica, tra cui spicca la recente riedizione del suo libro “Politica Macroeconomica”. 

Esponente di Forza Italia, fin dalla fondazione nel 1994, ha restituito la tessera n. 9 con l’assunzione della carica di Presidente del CNEL. Nel gennaio 1995 è indicato come Ministro ai Trasporti nel governo Dini, ma rifiuta dopo 24 ore. È stato eletto deputato alla Camera nel 1996 per Forza Italia, nel proporzionale, nella circoscrizione Veneto 1 con il ruolo di vicecapogruppo fino al 1994 e poi di vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera fino a fine legislatura. Ha presieduto la Commissione bicamerale per la Riforma del Bilancio dello Stato ed ha fatto parte del comitato Draghi per le privatizzazioni.

Nel 2001 Marzano è rieletto deputato e viene indicato come Ministro delle Attività Produttive del secondo Governo Berlusconi. Tra i provvedimenti varati in qualità di Ministro vanno ricordati: la legge sul salvataggio delle imprese in crisi, nota per aver contribuito in modo determinante al salvataggio, tra le altre, della Parmalat e per la quale la municipalità di Collecchio (PR) gli ha conferito la cittadinanza onoraria; la legge sblocca centrali: per la costruzione di nuove centrali energetiche per la copertura del fabbisogno energetico della nazione; l’avvio della Borsa Elettrica e della liberalizzazione del settore energetico;

la promozione dei Codici per la tutela della proprietà industriale ed intellettuale, quello sulle assicurazioni private, sugli incentivi alle imprese e quello sui consumi.

Tra gli altri provvedimenti approvati dal suo dicastero, il decreto del 24 marzo 2005 che ha vietato, con ragioni igienico-sanitarie dal luglio dello stesso anno, la vendita di acqua del rubinetto nei locali pubblici, obbligando i gestori a somministrare bottiglie di acqua minerale, pena una multa di alcune migliaia di euro. 

Nel 2005 diviene Presidente del CNEL.

Dal settembre 2008 al marzo 2009, ha presieduto la Commissione per il futuro di Roma Capitale, istituita con ordinanza del sindaco di Roma Gianni Alemanno, con l’obiettivo di “individuare le linee di sviluppo in grado di rafforzare il ruolo nazionale e internazionale della città di Roma.

Nel settembre del 2007, viene proclamato vincitore del XXXV Premio Scanno in considerazione sia della sua attività accademica e scientifica sia del suo impegno in ruoli di alta professionalità istituzionale: 

“Antonio Marzano è persona ai vertici del mondo istituzionale…in contemporanea è significativamente inserito nel mondo accademico, come testimonia il suo magistero d’insegnamento…ha continuamente svolto un’attività scientifica di alto profilo”. 

Antonio Marzano (1935) is an Italian economist, professor, and politician who served as the Minister of Productive Activities in Silvio Berlusconi II cabinet. He was President of the Bicameral Commission for the Reform of the State Budget and President of the National Council of Economy and Labour (CNEL) from 2005 to 2010 and confirmed until 2015. Since 2009, he has been President of AICESIS (International Association of Economic and Social Councils and Similar Institutions) and has been appointed Honorary President in 2011. He is a member of the Italy USA Foundation. 

Since 1999, he has contributed to numerous initiatives of the International Association Magna Grecia, chaired by Nino Foti, participating with the Italian delegation to the Magna Grecia Week held in Rio de Janeiro in October 2000. 

Marzano has been a professor of Economic and Financial Policy and Monetary History and Policy. He has taught at the Faculty of Political Science at the Universities of Rome La Sapienza and LUISS-Guido Carli and at the Faculty of Economics of Abruzzo, where he was the first Dean. He boasts a wide range of publications, including the recent re-edition of his book Politica Macroeconomica (Macroeconomic Policy). 

He has been an exponent of the Italian center-right political party “Forza Italia” since its foundation in 1994; he left the post once he was appointed President of CNEL. In January 1995, he was appointed Minister of Transport in the Dini cabinet, but he declined the post after 24 hours. He was elected deputy for Forza Italia to the Chamber of Deputies in 1996, in the proportional representation, in the Veneto 1 constituency with the role of deputy group leader until 1994 and then deputy group leader of Forza Italia at the Chamber until the end of the legislature. He chaired the Bicameral Commission for State Budget Reform and served on the Draghi Committee on Privatization.

In 2001 Marzano was re-elected MP and was appointed Minister of Productive Activities in the Berlusconi II cabinet. Among the laws he passed as Minister it is worth mentioning: the bailout legislation of companies in crisis, known for its crucial contribution in the rescue of Parmalat (among the other companies) and for which the municipality of Collecchio (PR) conferred him the honorary citizenship; the “free power-stations” decree for the construction of new power plants to cover the nation’s energy needs; the launch of the Power Exchange and the liberalization of the energy sector;

the promotion of Codes for industrial and intellectual property safeguards, private insurance, business incentives, and consumption.

Among the other laws approved by his ministry, the decree of March 24, 2005, that banned, for hygienic-sanitary reasons since July of the same year, the sale of tap water in public places, obliging managers to provide bottles of mineral water, under penalty of a fine of several thousand euros.

In 2005 he was appointed President of the CNEL.

From September 2008 to March 2009, he chaired the Commissione per il futuro di Roma Capitale (Commission for the future of Roma Capitale), established by order of the Mayor of Rome Gianni Alemanno, with the aim of “identifying the lines of development able to strengthen the national and international role of the city of Rome. 

In September 2007, Marzano was announced as the winner of the XXXV Premio Scanno for his academic and scientific activity and his commitment to roles of high institutional professionalism: 

“Antonio Marzano is at the top of the institutional world…at the same time he is profoundly integrated into the academic world, as testified by his teaching magisterium…he has continuously carried out a high-profile scientific activity.”

Nella foto in alto l’intervento dell’On. Antonio Marzano al dibattito sulle relazioni economiche coordinato dal giornalista del Messaggero Gugliemo Quagliarotti, durante la seconda giornata della Settimana della Magna Grecia svoltasi a Rio de Janeiro, nel 2000.

In the photo above Hon. Antonio Marzano‘s speech at the debate on economic relations coordinated by Gugliemo Quagliarotti, journalist of “Il Messaggero”, during the second day of the Week of Magna Graecia held in Rio de Janeiro, in 2000.



Nelle foto sopra, momenti del convegno “Mezzogiorno, futuro dei giovani e nuove opportunità”, in Roma, 1999. Da sinistra, il Presidente dell’Associazione Internazionale Magna Grecia Nino Foti, il giornalista e direttore del Tg1 Rai Nuccio Fava e l’On. Antonio Marzano.

In the photo above, starting from the left: the President of the International Association Magna Grecia Nino Foti, the journalist and director of Tg1 Rai Nuccio Fava, and the Hon. Antonio Marzano at the conference “Mezzogiorno, futuro dei giovani e nuove opportunità” (The South, young people’s future and new opportunities), in Rome, 1999.

La delegazione italiana sulla scalinata dell’Assemblea Legislativa dello Stato di Rio de Janeiro. Davanti da sinistra, l’On. Giuseppe Firrarello, l’On. Nicola Bono e l’On. Antonio Marzano. In seconda fila da sinistra, l’On. Eugenio Sangregorio ed il Console Generale d’Italia a Rio Leonardo Bencini. In fondo da sinistra, l’On. Mario Tassone, il direttore del “Progetto Ritorno” Giorgio Cuminatto, il Presidente della Confartigianato Ivano Spallanzani, l’On. Martusciello, il Presidente dell’Associazione Internazionale Magna Grecia Nino Foti ed il Segretario Generale dell’Associazione Pasquale Cartella. Ottobre 2000.

The Italian delegation on the staircase of the Legislative Assembly of Rio de Janeiro. In the front, starting from the left: the Hon. Giuseppe Firrarello, the Hon. Nicola Bono and the Hon. Antonio Marzano. In the second row from the left, the Hon. Eugenio Sangregorio and the Consul General of Italy in Rio Leonardo Bencini. In the back row from left, the Hon. Mario Tassone, the director of “Progetto Ritorno” Giorgio Cuminatto, the President of Confartigianato Ivano Spallanzani, the Hon. Martusciello, the President of the International Association Magna Grecia Nino Foti and the Association’s Secretary General Pasquale Cartella. October 2000.

le persone

noi siamo le persone con cui abbiamo fatto e continuiamo a fare un percorso "con le radici ben piantate nel futuro"

PAST BOARD

MENTORS

PRIZE