HomePERSONEmentorsFrancesco Adorno

Francesco Adorno

Francesco Adorno (1921 – 2010), è stato un filosofo, storico della filosofia antica e membro di diverse accademie scientifiche italiane e straniere, tra cui l’Accademia Toscana di Scienze e Lettere “La Colombaria”. Ha contribuito a promuovere con l’Associazione Internazionale Magna Grecia, allora presieduta dal giornalista e corrispondente da New York per la Rizzoli Corporation Gino Gullace, la storia e la cultura della Magna Graecia con diversi saggi sull’interpretazione storica di Pitagora e sulla significativa influenza del Pitagorismo in quelle terre del Sud Italia. 

Originario di Siracusa, visse sempre a Firenze dove si laureò in filosofia nel 1944. Insegnò Storia della filosofia, Storia della filosofia medievale e Storia della filosofia antica presso le Università di Firenze, Bari e Bologna. Fino al luglio 2009, quando le sue condizioni di salute lo costrinsero a rassegnare le dimissioni, fu presidente dell’Accademia Toscana di Scienze e Lettere ‘La Colombaria’ e membro dell’Unione Accademica Nazionale. 

Figura tra le più autorevoli del pensiero storico-filosofico italiano, Francesco Adorno è stato autore di libri sui quali hanno studiato generazioni di giovani liceali e universitari. Tra le opere più note Introduzione a Socrate del 1970; I Sofisti e Socrate del 1952; Studi sul pensiero greco del 1966; Il pensiero politico di Platone del 1990. Adorno contribuì alla traduzione delle opere di Platone e curò l’edizione critica di alcuni testi umanistici fiorentini. Promosse e coordinò l’edizione di un Corpus dei Papiri filosofici greci e latini in dieci volumi e la pubblicazione di carteggi e scritti inediti di pensatori e letterati che hanno operato in Toscana tra l’800 e il ‘900.

La sua formazione culturale affondava le radici negli ambienti intellettuali e politici fiorentini tra gli anni ‘30 e ‘45, risentendo in particolare dell’influenza crociana nell’interpretazione della filosofia come riflessione teorica mai disgiunta dalla situazione storica reale. In nome di questa concretezza antimetafisica e della necessità di una descrizione storica del pensiero filosofico, Adorno rese propria la lezione del metodo marxista e della più recente filosofia del linguaggio, realizzando così una lettura attenta dei testi classici rendendoli interpretabili nel loro autentico contesto politico e culturale.

Francesco Adorno (1921-2010) was a philosopher, historian of ancient philosophy, and member of several Italian and foreign scientific academies. He has been one of the most authoritative figures among Italian historical-philosophical thinkers; he was the author of the books on which generations of young high school and university students have studied. He contributed to promoting the history and culture of Magna Graecia with several papers about the historical interpretation of Pythagoras and the significant influence “Pythagorism” in those lands of Southern Italy, for the International Association Magna Grecia then chaired by Professor Gino Gullace.

A native of Syracuse, he always lived in Florence, where he graduated in philosophy in 1944. He taught History of Philosophy, History of Medieval Philosophy, and History of Ancient Philosophy at the Universities of Florence, Bari, and Bologna. He chaired the Tuscan Academy of Sciences and Literatures ‘La Colombaria’ and was a member of the Unione Accademica Nazionale until July 2009, when his health forced him to resign. 

Among his best-known works are Introduction to Socrates, 1970; I Sofisti e Socrate, 1952; Studi sul pensiero greco, 1966; Il pensiero politico di Platone, 1990. Adorno contributed to the translation of Plato’s works and edited several Florentine humanistic texts’ critical editions. He promoted and coordinated the edition of a Corpus of Greek and Latin Philosophical Papyri in ten volumes and the publication of unpublished correspondence and writings of thinkers and men of letters who worked in Tuscany between 1800 ag. nd 1900. 

His cultural formation was rooted in Florence’s intellectual and political milieu between the ’30s and ’45s; Croce’s interpretation of philosophy particularly influenced it as a theoretical reflection never separated from the actual historical context. In response to such anti-metaphysical concreteness and to the need for a historical description of philosophical thought, Adorno assimilated the Marxist method and the most recent philosophy of the language; thus, he carried out a careful reading of classical texts, making them interpretable in their authentic political and cultural context.

Nella foto in alto il Professor Francesco Adorno. Foto archivi Associazione Internazionale Magna Grecia.
In the photo above Professor Francesco Adorno. Photo archives of the International Magna Graecia Association

le persone

noi siamo le persone con cui abbiamo fatto e continuiamo a fare un percorso "con le radici ben piantate nel futuro"

PAST BOARD

MENTORS

PRIZE